annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Come fare con un auto storica

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Come fare con un auto storica

    Ciao a tutti, vi volevo proporre il seguente quesito forse straparlato. Volevo acquistare un' auto di vekkia data,tipo LANCIA THEMA 2.0t(anche senza t mi vabbene) tipo del '87 cosi ha l'età giusta per essere storica. E qui sorgono i dubbi perkè leggendo in giro non ho ben capito cosa dovrei fare per farsi ke la makkina risulti storica e quindi pagare una 90ina di € all'anno di assicurazione. Se la comprassi da un venditore ke ha gia tutte le pratike, non dovrei fare nulla ma se nn le ha e le dovrei fare io da dove dovrei cominciare e mi converebbe in fatto di soldi????
    Grazie a tutti
    ...My Life Is Be Like...
    -non ti abbandonerò solo xkè sei piccola-

  • #2
    Re: Come fare con un auto storica

    Ti devi iscrivere ad un club storico e lì fare l'iscrizione all'ASI (in tutto saranno circa 100 euro).

    Poi farai delle foto all'auto (3/4 anteriore, sedili, motore), e compilerai la domanda di richiesta di iscrizione del veicolo all'ASI per fini fiscali.

    La pratica andrà all'ASI che valuterà se l'auto presenta i requisiti fondamentali e di decorosità per essere iscritta negli appositi registri.

    In tal caso l'ASI (dopo 4 mesi) invierà al club un attestato di storicità con il quale potrai pagare bollo e assicurazione ridotta.

    Altrimenti ci sono alcune assicurazioni che, per farti la polizza storica, vogliono solamente l'iscrizione al club e non all'ASI (quindi senza la trafila di foto ecc ecc), ma il bollo lo pagherai sempre intero...

    Vedi tu cosa ti conviene...

    I rivenditori cmq non penso che perdano tempo ad iscrivere l'auto all'ASI...!!!

    Commenta


    • #3
      Re: Come fare con un auto storica

      Ciao, per far si che l' auto si storica a 20 anni deve avere interesse agonistico, speciale, la Thema non ha niente di tutto questo, devi attendere 30 anni per avere privilegi.

      Commenta


      • #4
        Re: Come fare con un auto storica

        Autoveicoli dai venti trent’anni compiuti individuati dall’ASI come d’interesse storico e collezionistico (in possesso dell’attestato di storicità)
        € 28.40 se circolano
        visita il sito dell' A.S.I. http://www.asifed.it/

        Commenta


        • #5
          Re: Come fare con un auto storica

          DELIBERA

          di individuare, anno per anno, i veicoli di cui ai commi 2 e 3 dell’art. 63 L. 342/2000, stabilendo, per l’anno in corso, che siano di particolare interesse storico e collezionistico i veicoli, costruiti entro il 31.12.1987, in possesso dei requisiti previsti dal proprio Regolamento Tecnico nazionale per il rilascio dell’ “attestato di storicità”.

          COMMENTO ALLA DELIBERA APPLICATIVA DELL’ART.63,COMMA 2 E 3, LEGGE 342/2000
          La delibera del C.F. (attraverso la quale l’A.S.I. esprime l’interpretazione ufficiale data dall’Ente all’art.63, comma 2 e 3 della Legge 342/2000) esclude, dunque, la compilazione di una qualsiasi lista di modelli genericamente indicati.
          I motivi di tale scelta si riscontrano nella premessa della deliberazione, oltre che nei seguenti:

          - innanzitutto, la non richiesta di un elenco da parte del legislatore per i veicoli da 20 a 30 anni;
          - secondariamente, nella impossibilità di redigere un eventuale elenco per alcune categorie di veicoli indicate nella Legge;
          - infine, per un motivo sostanziale: il Legislatore ha demandato ad A.S.I. ed FMI (solo per le moto) il compito di individuare con propria determinazione, i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico, compresi tra i 20 e i 30 anni, e ciò al fine di costituire una categoria di veicoli prodromica a quella dei veicoli di 30 anni che saranno, comunque, esenti dal pagamento delle tasse automobilistiche, poiché il raggiungimento di tale età, sotto il profilo fiscale, gli stessi hanno ampiamente assolto alla funzione per cui lo specifico tributo è stato istituito.
          Come può, pertanto, l’A.S.I. indicare se un modello è esentabile o meno senza creare una disparità di trattamento, sotto il profilo fiscale, al cittadino?

          Vi può essere un veicolo ultraventennale, ridotto ad un ammasso di ruggine o completamente trasformato che, come tale, non può svolgere la funzione culturale di memoria per i posteri e, conseguentemente, nulla ha di storico da consentirgli di beneficiale della disposizione del 2° comma dell’art. 63, così come un veicolo conservato attraverso un uso attento ed una manutenzione accurata, ovvero attraverso un restauro “intelligente” che, come tale, è degno di conservazione e, quindi, di beneficiare dell’esenzione fiscale.
          Sono queste situazioni completamente diverse che l’A.S.I., non potendo verificare direttamente, deve consentire di essere, comunque, trattate in modo diverso.

          Commenta


          • #6
            Re: Come fare con un auto storica

            Fabio, sei rimasto alla preistoria! Oggi si può iscrivere QUALSIASI veicolo che abbia almeno 20 anni, senza limitazione, se non quella di averlo in uno stato decoroso, cioè è sufficiente che sia decente per circolare.
            Il regolamento è stato cambiato e ti assicuro che con mio dispiacere ho visto persone iscrivere per pura convenienza auto che preferirei non vedere mai come storiche (es.: Lancia Prisma, Fiat Panda...)
            La potenza è nulla, se non ce l'hai nel cervello...

            Insignito Ill.mo BaleDdaDore N°1 il 05.05.2004

            Commenta


            • #7
              Re: Come fare con un auto storica

              Vuoi dire che anche la mia Ritmo può essere iscritta pur non essendo una versione di grande interesse come le Abarth?... Quando è stato cambiato, scusa?
              Quando gli uomini bevono,
              allora sì che diventano ricchi:
              riescono negli affari, vincono le cause,
              sono felici ed aiutano gli amici.

              Aristofane

              Commenta


              • #8
                Re: Come fare con un auto storica

                confermo quanto detto da coolele.

                spulciatevi meglio il sito dell'asi.

                ricordo che da qualche parte c'e' mscritto molto chiaramente cha bastano 20 anni.

                Commenta


                • #9
                  Re: Come fare con un auto storica

                  Salve, io per essere preciso e non dare false indicazioni vi ho postato l'ultima delibera A.S.I..Sicuramente qualche informazione è ingannevole, ma da tecnico posso garantire che non è affatto come dice coolele e crash. Infatti c' è una lista ben precisa delle auto ammesse, informatevi.

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Come fare con un auto storica

                    non vorrei essere polemico.. ma leggendo questo post devo proprio dire una cosa che penso da tanto tempo ... anche se risulterà antipatica.

                    il mondo delle auto e moto d'epoca è un mondo molto eterogeneo..c'è il riccone con l'aston martin e il poveraccio col renault 5 alpine ... ma una cosa accomuna tutti i possessori di veicoli storici: la passione per qualcosa che ci si sente di preservare. perche non è come avere una subaru impreza o una ford focus..stare dietro a machine e moto datate alle volte risulta un vero e proprio lavoro..vanno curate moltissimo.

                    ci sono voluti anni perchè noi possessori di veicoli storici rangiungessimo dei privilegi finanziari rispetto alle vetture moderne...ed è giusto che sia cosi..intanto perchè preserviamo una cultura che altrimenti andrebbe persa e in secondo luogo perchè nel 90% dei casi non si fa un vero e proprio uso quotidiano dei mezzi e quindo è inutile pagare assicurazione a cifre astronomiche se l'auto la muovo 1 o 2 volte la settimana.

                    mi piacerebbe quindi che chi si avvicina al mondo delle auto d'epoca lo facesse per passione e non per risparmiare soldi e aggirare le tariffe normali..e questo semplicemente perchè finche la questione è circoscritta allora può funzionare ..ma quando si approffitta e tutti comprano la panda dell'86 per non pagare bollo e avere assicurazione a 100 euro è chiaro che il sistema crolla e finisce in testa a chi è davvero appassionato e magari non riuscirebbe più a mantenere i suoi mezzi.

                    cacchio sono stato lunghetto ma spero di essermi spiegato

                    un saluto

                    GAB

                    Commenta

                    Sto operando...
                    X