annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Mini cooper r56: distanziali

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #21
    Re: Mini cooper r56: distanziali

    Sui distanziali c'è un mare di ignoranza tecnica, a cominciare dalle FDO.
    L'auto ha una omologazione (che può essere integrata dalla casa madre nel tempo, o emanare nulla osta in merito), che specifica la larghezza di carreggiata che ha l'auto (misurata tra le metà della gomma con auto postata a terra, in ordine di marcia).
    Se io per "x" motivi, devo cambiare i cerchi e non trovo cerchi con l'et proposto dalla casa, posso metterne uno con et maggiore, con aggiunto un distanziale per tornare alla carreggiata originale.
    Questo nessuno può contestare in fase di controllo, ma le FDO, possono sequestrare il libretto e chiedere una verifica, se la verifica da esito positivo, non si paga multa, se negativo, si.
    Adesso però ci si aggiunge il fatto dei cerchi omologati, il che renderà anche questo aspetto tecnico dimensionalmente corretto, un problema di natura cartaceo (perchè un cerchio con et diverso, non può essere omlogato per quell' auto).

    Il discorso dello sforzo sui mozzi ruota, è relativo all' auto, nel senso che ci sono auto che non risentono in alcun modo di un "et reale" (che sia con distanziale, o con un cerchio con et differente, non cambia a livello di sforzi), altre invece si.

    Discorso powerflex, migliorano la precisione dell' assetto, perchè mantengono le geometrie più stabili, ma peggiorano il confort, quindi su un'auto stradale, va fatto il ragionamento del caso.

    Infine gli angoli, ci sono angoli che non possono essere modificati più di tanto, il caster è uno di questi, o si installa una piastra camber che può incidere anche sul caster, senza cambiare troppo l'angolo king pin per poterlo riprendere con il camber, o è meglio lasciar stare; anche perchè poi l'ammortizzatore può non lavorare al meglio come prima (e con una struttura McPherson il rischio può esserci).

    Detto questo, dal mio punto di vista e dall' esperienza che ho fatto con la mia (che non è la mini, ma sono un po' di anni che ci lavoro sopra), direi di scegliere principalmente la destinazione dell' auto (% di strada e % di pista/percorsi veloci), poi decidere su che comparti lavorare (ammortizzatori regolabili in toto?, o solo in compressione, o manco quello?), gomme su cui iniziare le tarature (che sono fondamentali) ed eventuali accessori di contorno (barre antirollio, giunti silentblock, braccetti regolabili, piastre camber ecc.)
    E' facilissimo spendere (tanti) soldi per pezzi che poi non vanno bene e soprattutto occhio agli ammortizzatori artigianali, perchè spesso hanno tarature non proprio in linea con quello che ci si aspetta, anche se sono di assoluta qualità.
    ///Non esistono due curve uguali, ma il rettilineo ovunque è uno e medesimo///
    /// "M", the most powerful letter in the world ///

    Commenta


    • #22
      Re: Mini cooper r56: distanziali

      Si scusate non so bene la mini quanto possa essere idoneo un 35 o un 20 etc... L ho buttato li perché come misura in alcune auto e' la massima possibile senza modificare qualcosa...(scocca/ camber)poi puo essere tranquillamente che abbia ragione Alex, quindi vai più tranquillo con un 35... 😊 e' una buona spesa!
      "non ho bisogno di troppi cv per andare forte, guido la Miata, nessuna curva è lenta"Ax
      "Su un'auto il pezzo più utile è quello che si può togliere" Colin Chapman
      "tutto quello che non c'è, non pesa" Colin Chapman

      Commenta


      • #23
        Re: Mini cooper r56: distanziali

        Originariamente inviato da Alex Tigra Visualizza il messaggio
        Si scusate non so bene la mini quanto possa essere idoneo un 35 o un 20 etc... L ho buttato li perché come misura in alcune auto e' la massima possibile senza modificare qualcosa...(scocca/ camber)poi puo essere tranquillamente che abbia ragione Alex, quindi vai più tranquillo con un 35... �� e' una buona spesa!
        Io con il 35 ho le ruote che mi escono dalla carrozzeria... Campanatura 2° e stanno dentro


        Commenta


        • #24
          Re: Mini cooper r56: distanziali

          Cmq con i powerflex +assetto serio, l'auto diventa veramente dura e non più stradale per la maggior parte della gente, a me fotte niente le ho avute tt cosi, certo se abiti nei pressi del centro storico non e' il massimo, ma penso sia sfruttabile anche nella guida di tt i gg, soprattutto se abiti in un luogo che non ha solo buche e crateri...
          "non ho bisogno di troppi cv per andare forte, guido la Miata, nessuna curva è lenta"Ax
          "Su un'auto il pezzo più utile è quello che si può togliere" Colin Chapman
          "tutto quello che non c'è, non pesa" Colin Chapman

          Commenta


          • #25
            Re: Mini cooper r56: distanziali

            Un buon connubbio con i powerflex, sarebbe molle simil eibach prokit + ammortizzatori regolabili in compressione con regolazione al minimo e gomme con spalla non eccessivamente dura (michelin, Yokohama, Continental, ovviamente non del tipo XL e men che meno runflat), in caso di pista, si irrigidisce in compressione.
            ///Non esistono due curve uguali, ma il rettilineo ovunque è uno e medesimo///
            /// "M", the most powerful letter in the world ///

            Commenta

            Sto operando...
            X