annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

quale diffrenza tra 16 v e 8 v

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • quale diffrenza tra 16 v e 8 v

    Ragazzi,
    secondo voi gli 8 v fanno cos schifo a mio parere no!!!. Ieri ho avuto modo di provare un'antenata la 205 rally 1.3 cazz.......... sgommava di 1^ 2^ e 3^ con 3^ a limitatore in una strada che avra si no 500 metri ha toccato i 140. Perch gli 8v hanno una coppia cos esplosiva e i 16v no??!?!?! Qualcuno mi spiega la reale differenza di dove arriva uno e l'altro no?!?!?!!? Ho avuto modo di provare anche il 206 2000 gti ma dopo che ho guidato un 106 rally 1.6 8v il Leone sembrava un gattino a confronto non dico tanto per le performance ma il 106 era un salire unico di potenza a ogni marcia............allora qualcuno mi spieghi?!?!?!?!? Sono tutto recchie...........Grazie.

  • #2
    E nn hai provato il 205 1.9 GTI.....Uno degli 8v + rabbiosi sulla faccia della terra
    Cmq nn una regola che i 16v vadano male ai bassi: vedi clio williams!!!!
    E tieni anche conto che gli 8v muoiono prima dei 16v come tiro!!!
    Bye
    ---AUTECH--- eTiLiKo FactoRy

    Commenta


    • #3
      non che le 2v per cilidro in assoluto vadano peggio (in termini di sportivit) dei 4v, tant' che ci sono esempi, come quelli citati di motori 8v molto potenti...
      un problema di fluidodinamica: generalmente le 4v per cilindro permettono di ottenere un miglior riempimento della camera di combustione e anche una forma migiore della stessa...
      un po' come se le case si fossero allineate (non tutte! vedi Honda) ad una forma comune, cio16v e camera di scoppio a tetto, che in effetti un sistema valido, perch permette di ottenere camere di combustione compatte che ottimizzano i rendimenti, quindi alte potenze, bassi consumi, e basse emissioni... in termini qalitativi e a grandi linee cos
      ma si possono progettare motori sportivi anche con filosofie diverse...

      Commenta


      • #4
        vi cito due esempi di 8 valvole secondo me straordinari:


        - Motore Alfa Romeo, 4 cilindri in linea, 2000 cc, Twin Spark:

        cilindrata: 1962 cc
        potenza: 148 cv
        coppia: 19 kgm (a 4000 g/m)
        note: variatore di fase lato aspirazione, motore montato sulle vecchie 164 a partire dal 1987/88 (credo...)
        tiro ai bassi giri, direi, portentoso. Esplosione vera e propria dopo i 4000 giri.


        - Motore Fiat, 4 cilindri, 1400 cc, Turbo

        cilindrata: 1372 cc
        potenza: 130 cv
        coppia: 20.4 kgm (a 3000 g/m)
        note: "rozzissimo" motore turbocompresso, progettato nei primi anni '80 (in versione 1.3 montato sulle prime Uno Turbo). Evoluzione del motore della ultima Uno Turbo i.e. Racing.


        cmq, si tratta di motori, soprattutto il primo, che non hanno niente a che fare con i moderni 16v.
        La coppia in basso sembrava quella di un turbo-diesel (80% della coppia massima gi a 2000-2500 g/m) e il tiro in alto quello di un motore preparato (merito del variatore)
        Certo, non si andava altre i 6500 giri/m... ma anche oggi difficile... a parte i Japs...
        Lancia: 1972, 1974, 1975, 1976, 1983, 1987, 1988, 1989, 1990, 1991, 1992 - Delta: 1987, 1988, 1989, 1990, 1991, 1992
        Subaru: 1995, 1996, 1997 - Impreza: 1995/96/97
        Ford: 1979, 2006 - Escort(RS): 1979 Focus WRC: 2006 :rooleyes:
        Mitsubishi: 1998 - Lancer Evo IV e V: 1998 :sisi:
        - no comment -

        Commenta


        • #5
          In linea di massima come hanno detto gli altri un 8 riempe meglio ai medio bassi, un 16 ai medio alti. Comunque bisogna anche considerare tutte le limitazioni con le quali escono oggi i motori dalle catene di montaggio, limitazioni dovute a tutte le menate su inquinamento, bassi consumi, confort di marcia ecc ececcc
          Voglio dire che un 205 rallye costruito nel 2001 stai tranquillo che non andrebbe come quello "vecchio".
          Comunque ormai penso che al di la dei gusti personali preferire un 8 ad un 16 sia sbagliato, nel senso che i 16 hanno raggiunto un grado di ottimizzazione tale da poter sopperire anche a quella minore prontezza ai bassi. Poi agli alti vab, non parliamone neanche.

          Kay
          Kay

          Commenta


          • #6
            Grazie

            Grazie a tutti per le spiegazioni, ma una cosa ve la devo dire ho provato tantissime macchine visto il lavoro che faccio.....sono convintissimo che un 16 V ha prestazioni superiori rispetto ad un 8v ma c' un ma che ogni volta che salgo su un 8v con una certa potenza mi stampa un sorriso scemo sulla faccia..........non s!!?!?!?! Comunque ancora grazie a tutti......

            Commenta


            • #7
              sono d'accordissimo con Vex per quanto riguarda il Twin Spark...
              si potrebbe quasi dire che la filosofia di quel motore (almeno in termini ingegneristici) era pi coerente dell'attuale... un discorso troppo lungo per...
              per quanto riguarda il secondo (cio l'8v turbo) non dico niente... (sono felice proprietario di un punto gt...)
              volevo solo ricordare a tutti voi quando dite che i 2v sono pi pieni "in basso" e i 4 "in alto" che proprio quei motori peugeot di cui parlate (1294cc delle 205 e 106) sono motori progettati per alti regimi (potenza 7000-7400, coppia max 5000-5400 Rpm), quindi sono un valido controesempio di quello che dite...
              non tanto il numero delle valvole che condiziona il comportamento di un motore, quanto, in generale, tutta la filosofia progettuale di un motore (rapporto alesaggio/corsa, dim valvole, fasatura, dim condotti, e tanti altri)...

              Commenta


              • #8
                Messaggio originariamente postato da TURT
                volevo solo ricordare a tutti voi quando dite che i 2v sono pi pieni "in basso" e i 4 "in alto" che proprio quei motori peugeot di cui parlate (1294cc delle 205 e 106) sono motori progettati per alti regimi (potenza 7000-7400, coppia max 5000-5400 Rpm), quindi sono un valido controesempio di quello che dite...
                non tanto il numero delle valvole che condiziona il comportamento di un motore, quanto, in generale, tutta la filosofia progettuale di un motore (rapporto alesaggio/corsa, dim valvole, fasatura, dim condotti, e tanti altri)...
                Sono daccordo, ma piu o meno la stessa cosa che volevo dire io. Cio l'arco di utilizzzo basso o alto un discorso valido in generale se si vuole confrontare le due architetture. E' chiaro che se si scende nel particolare conta come dici tu la filosofia del motore. In fatti quei motori peugeot sono stati realizzati volutamente tiratissimi. Allo stesso modo un 16 Mercedes non so neanche se fa i 6000. Mi spiego?


                Ciao

                kay
                Kay

                Commenta


                • #9
                  Re: Grazie

                  Messaggio originariamente postato da Designer Carrozziere
                  Grazie a tutti per le spiegazioni, ma una cosa ve la devo dire ho provato tantissime macchine visto il lavoro che faccio.....sono convintissimo che un 16 V ha prestazioni superiori rispetto ad un 8v ma c' un ma che ogni volta che salgo su un 8v con una certa potenza mi stampa un sorriso scemo sulla faccia..........non s!!?!?!?! Comunque ancora grazie a tutti......
                  Prova i 9000 di un Vtec poi vedi cosa ti si stampa in faccia

                  Kay
                  Kay

                  Commenta


                  • #10
                    Provato il V-Tec

                    Il V-tec....provato!!!! Forse uno dei pochi che soddisfa quello che voglio dire....indipendentemente dalle valvole!!! Ciaooooooo

                    Commenta

                    Sto operando...
                    X