annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

panasonic: durerà?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • panasonic: durerà?

    vorrei comprare un sinto-cd panasonic, sono quelli che + mi piacciono esteticamente.
    col panasonic di casa però, un compatto multilettore, dopo 2 anni ho qualche problema, cd che non vengono letti, soprattutto masterizzati.
    non vorrei che la panasonic avesse meccaniche fragili.
    vorrei sapere cosa ne pensate sull'affidabilità di questa casa e qual'è la migliore per robustezza e durata dei prodotti.
    risposte semplici, please!

    p.s. una curiosità, quanto guadagnano i rivenditori sui prodotti? 100%? 50?

    ciao a tutti!

  • #2
    Se hai un budget basso direi che il problema sta nella qualità del lettore, non tanto in una marca piuttosto che un'altra. Il mio Alpine non ha mai saltato, nemmeno in un rally, nei compattini da casa, i classici stereo mini o midi, il problema è comune a tutte le marche (economiche), le difficoltà ci sono soprattutto nel leggere i cd masterizzati che hanno la traccia incisa meno pesantemente dei cd in commercio. A volte si risolve pulendo la lentina laser con cotton fioc e poco alcool. In auto ci sono marche più o meno valide, ma non ho esperienza sufficiente per essere preciso e dirti questo legge gli altri no.

    Commenta


    • #3
      P.S. I rivenditori guadagnano a seconda del marchio.
      Per esperienza personale posso dire di aver visto margini dal 35 % al 60 %. (Ciare60 Macrom50 Vifa35 Steg50 Audison50)
      Questo vale solo come mia esperienza personale, quindi non posso dire che sia il ricarico esatto di quelle marche. Poi ci sono le ovvie leggi di mercato, chiunque compri 1 prodotto lo pagherà di più di chi ne compra 100:rolleyes:

      Commenta


      • #4
        Panasonic?

        La Matsushita Electric detiene i marchi Panasonic-Technics.

        Panasonic commercializza autoradio, stereo compatti da casa di dubbia qualità, monitor per pc, forni a microonde, lavastoviglie e quant'altro.

        Io non la comprerei.

        Sono per la specializzazione.

        Zwei Besen che un sinto-cd Candy proprio non me lo vedo.

        Commenta


        • #5
          Messaggio originariamente postato da skunk
          P.S. I rivenditori guadagnano a seconda del marchio.
          Per esperienza personale posso dire di aver visto margini dal 35 % al 60 %. (Ciare60 Macrom50 Vifa35 Steg50 Audison50)
          Questo vale solo come mia esperienza personale, quindi non posso dire che sia il ricarico esatto di quelle marche. Poi ci sono le ovvie leggi di mercato, chiunque compri 1 prodotto lo pagherà di più di chi ne compra 100:rolleyes:
          E in base a quale criterio hai detto queste cifre? qual e' la fonte di questa informazione? sono curioso di sapere chi vende quei prodotti con quel ricarico e conoscere i suoi clienti e il volume di vendita


          Saluti dubbiosi,
          Gigi

          Commenta


          • #6
            Re: panasonic: durerà?

            Messaggio originariamente postato da skatter
            vorrei comprare un sinto-cd panasonic, sono quelli che + mi piacciono esteticamente.
            col panasonic di casa però, un compatto multilettore, dopo 2 anni ho qualche problema, cd che non vengono letti, soprattutto masterizzati.
            non vorrei che la panasonic avesse meccaniche fragili.
            vorrei sapere cosa ne pensate sull'affidabilità di questa casa e qual'è la migliore per robustezza e durata dei prodotti.
            risposte semplici, please!
            La mia risposta e' molto semplice: cerca di ascoltare con le tue orecchie!
            Non basare la scelta di un componente solo in base all'aspetto esteriore. Ricorda che il fine e' quello di riprodurre la musica e deve essere fatto nel miglior modo possibile. Non hai specificato quanto hai intenzione di spendere ma soprattutto in fascia media hai solo l'imbarazzo della scelta: imarchisono sempre i soliti: JVC, Kenwood, Alpine, Clarion, Pioneer, Blaukpunt (rigorosamente inordine sparso) e una prima selezione la potresti fare facendoti ungiro nei centri commerciali dove e' possibile ascoltarle in funzione e fare ascolti comparativi. Non e' il modo migliore per ocnfrotnarle ma in mancanza di meglio gia' questo ti permette di effettuare una prima scrematua secondo i tuoi gusti musicali.
            Alcune avranno una sezione radio migliore altre una sezione CD migliore. Ricorda in ogni caso che nessuna supera i 10W RMS e i famosi 4x50W sono solo specchietti per allodole perche' il finalinointegrato fisicamente non puo' superare certi limiti.
            Accertati anche della presenza di una o due uscite preamplificate cosi' se vuoi aggiungere un amplificatore non avrai problemi.


            p.s. una curiosità, quanto guadagnano i rivenditori sui prodotti? 100%? 50?
            Certamente non raggiungono le percentuali che hi indicato tu altrimenti credo che tutti vorrebbero fare questo mestiere. In ogni caso c'e' chi punta sulla quantita' e vende a prezzi scontatissimi con margini anche inferiori al 5% come i centri commerciali o le grosse catene di distribuzione pero' non offrono nessun servizio post-vendita. Poi c'e chi offre anche un servizio e cura personalmente anche l'installazione e il corretto funzionamento anche dopo la vendita del prodotto e segue il cliente e non punta sulla quantita' quindi e' costretto per ovvi motivi ad effettuare un ricarico maggiore. Ma di certo sara' sempre proporzionato e non eccessivo.

            Saluti bensuonanti,
            Gigi

            Commenta


            • #7
              Sulle autoradio il marigine va dal 10 al 25 %, ma i centri commerciali sono una cosa separata perchè comprano mille duemila pezzi anche di più (Media World per esempio compra in stock per tutti suoi centri commerciali) ed è ovvio che su certe cose molto commerciali possa fare prezzi molto bassi, ma cmq un buon installatore con un certo giro di affari riesce benissimo a starci dietro

              Altra cosa il margine non si calcola tra il prezzo di listino e quello che trovate nei centri commerciali, mi raccomando se nò ovvio che vi vengono margini del 60%
              Quanto tempo è passato dal 2001... Una vita

              Commenta


              • #8


                La fonte sono io, certo parlavo rispetto ai listini, non certo ai prezzi di mercato, che spesso sono allineati ai mercatoni. Esistono installatori che fanno prezzi di listino, ma devono essere molto bravi per non uscire dal mercato, quindi + prezzo, ma + qualità. Io ho comprato l'impianto della mia ultima auto a Fano, abitavo li, ma non ricordo il nome dell'installatore.
                Avevo scelto tw vifa, midrange macrom e woofer ciare, sub vifa ampli audioqueest, radio e changer alpine, i prezzi erano variabili a seconda dei marchi, per questo ho preferito il woofer ciare anzichè il vifa che mi piaceva di più. Beninteso, non ho comprato al 50% di sconto, l'installatore mi faceva sconti più o meno consistenti a seconda del suo margine, quindi se vifa lo pagavo col 10% ciare lo pagavo col 30. Sempre sul listino. Al 5% io cambierei mestiere.

                Commenta

                Sto operando...
                X