annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Termini Acustici

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Termini Acustici

    Da qualche parte mi hanno chiesto di dare la definizione di dinamica...
    Faro' di + : Vi posto (senza chiedergli il permesso ) un articolo del "collega audiofilo " Archso , presto comunque lo spostero' nella Faq del mio sito (dove comunque molti di questi termini sono già presenti).
    Se qualcuno ha suggerimenti o vuole ampliare questo articolo mi fara' cosa gradita.


    [b] TERMINI ACUSTICI [/b
    di Archso
    massy74j@carhifi-it.com



    Di seguito riporto dei termini per l'individuazione dei parametri acustici, questi sono secondo me i parametri principali, ma nulla toglie che possano essere espansi nel tempo e migliorati, aspetto commenti e soprattutto consigli.

    Ciao
    Massy

    TIMBRICA
    La riproduzione corretta e accurata del suono dei diversi strumenti e voci permette a chi ascolta di poter distinguere facilmente una sorgente sonora dall’altra.
    Bilanciamento tonale

    Si avrà un buon bilanciamento tonale quando tutte le frequenze saranno riprodotte con lo stesso rilievo e accuratezza in un insieme equilibrato.

    Gamma ultrabassa

    Estensione
    Si prende in considerazione la frequenza minima riprodotta con una limitata attenuazione.
    Matricità
    La solidità e la fermezza con cui sono riprodotti i bassi, da non confondere con l’estensione come spesso avviene.
    Articolazione
    La capacità di far percepire tutte le variazioni minime senza che le varie note si accavallino e si impastino.

    Gamma Bassa

    Qui valgono più o meno le stesse considerazioni della gamma ultrabassa tranne che per l’estensione che qui manca per ovvi motivi.

    Gamma media

    Fluidità

    Il suono deve essere riprodotto con facilità e naturalezza.
    Intelligibilità e pulizia (articolazione)
    Parametro importantissimo, la gamma media non pulita non permette ad esempio la focalizzazione della voce di una persona rendendo difficile il riconoscimento delle parole e affaticando l’ascoltatore che deve corregerle mentalmente.
    Correttezza

    È il rapporto che intercorre tra dinamica e timbrica. Risulta fondamentale in gamma media dove percepiamo tutti i particolari e le sfumature.
    Alta
    Estensione

    È l’equilibrio in alto della gamma bassa. Un impianto che coniuga estensioni, precisione e rifinitura permette di ottenere una riproduzione musicale che sembra aleggiare nell’aria.
    Precisione

    La possibilità di poter individuare con facilità l’equilibrio che intercorre tra fondamentale riprodotta e le sue armoniche. Bisogna anche ricordarsi che nella gamma alta sono riprodotte le armoniche della media è una sua poca precisione renderà problematica anche la riproduzione della gamma media.
    Rifinitura

    Ovverosia i contorni delle note riprodotte che non devono essere slabbrate.
    Corposità

    Da non confondere con la presenza eccessiva di gamma bassa. La corposità è la sensazione che lo strumento o la voce siano dotati di materia, insomma siano concrete.
    Trasparenza

    Quando tutti i particolari riprodotti diventano visibili e la definizione aumenta senza però che questo vada a discapito della corposità.
    Raffinatezza

    Finezza di grana

    Più il suono risulta fluido, definito e naturale più è alta la definizione di grana.
    Accuratezza tonale

    Un suono sarà tanto più accurato quanto più sarà in grado di presentare ogni singolo particolare curato come si deve.


    SCENA ACUSTICA

    La scena acustica è il palcoscenico immaginario che si apre di fronte a noi e sul quale si collocano gli strumenti e i contorni.
    Larghezza
    Ovverosia quanto largo risulta il nostro palco virtuale. Se ad esempio individuiamo in una grande orchestra gli strumenti che si trovano alle estremità destra e sinistra otterremo la larghezza del nostro palcoscenico.
    Altezza
    Il risultato ideale è quello di una scena che ci permetta di distinguere un cantante/musicista seduto da uno in piedi. Secondo due scuole di pensiero la collocazione della base (pavimento, terra, etc.) del nostro palco virtuale è diverso. Alcuni sostengono che la base ideale dovrebbe coincidere con il pavimento dell’auto (come nell’hi-fi home), l’altra invece sostiene che il palco dovrebbe coincidere con la parte superiore del cruscotto.
    Profondità
    La profondità dona credibilità alla riproduzione. Un impianto che allinea strumenti uno di fianco all’altro non è credibile. Per percepire la profondità si può cercare di individuare lo strumento che in una grande orchestra si viene a collocare all spalle di tutti gli altri strumenti, questo ci indicherà la reale profondità del nostro palco virtuale.(Attenzione: spesso nelle registrazioni in studio è introdotta una profondità virtuale, addirittura nelle registrazioni dove gli strumenti ed i cantanti sono registrati in tempi successivi e riuniti in fase di mixaggio l’ingegnere del suono che si fa prendere la mano ottiene strumenti con distanze e profondità totalmente stravolte)
    Ambienza
    La capacità dell’impianto a farci credere di essere realmente nel posto in cui si svolge l’esecuzione ricreando i riverberi tipici della sala o teatro in cui si svolge (Attenzione: spesso nelle registrazioni in studio nella fase di mixaggio sono utilizzati algoritmi di riverbero digitale per inserire ambienti virtuali, alcune riproduzioni pesantemente processate risultano innaturali, arrivando al limite di avere anche ambienze differenti su strumenti che si trovano teoricamente nello stesso luogo).

    IMMAGINE
    Stabilità
    Uno strumento o una voce non può fluttuare all’interno del palcoscenico sonoro come un fantasma né in orizzontale, né in verticale né in nessun altra direzione. Se un sax si trova sulla destra leggermente arretrato può spostarsi solo se previsto dalla riproduzione altrimenti perderemo la credibilità del palcoscenico sonoro.
    Definizione ed Accuratezza
    Ovverosia la precisa collocazione dei vari strumenti in un punto ben definito del palcoscenico virtuale che permette di distinguere chi suona davanti da chi suona dietro.
    Dimensionamento
    È il rapporto dimensionale tra gli strumenti. Un violino non può sembrare più grosso del violoncello accanto o del pianoforte e la grandezza dello strumento deve avere le stesse dimensioni che avrebbe nella realtà.
    Aria tra gli strumenti
    La distanza tra uno strumento e l’altro deve essere ben definito da uno spazio (l’aria) che li separa senza che questi siano ammassati l’uno sull’altro.
    Fuoco
    Strumenti e cantanti devono avere dei contorni chiari e credibili.

    DINAMICA
    Macrodinamica
    La capacità di rendere le grandi variazioni di intensità del suono. Un esempio lampante sono i pieni orchestrali che dal piano passano al forte con velocità, fluidità e naturalezza senza che l’amalgama dei vari strumenti si trasformi in una sonorità uniforme e posticcia.
    Microdinamica
    Simile al parametro precedente riguarda in particolare la capacità di riprodurre le piccole variazioni di intensità del suono. La microdinamica è meno spettacolare della macrodinamica, ma una sua carenza porta ad avere un suono piatto e privo di tanti particolari, questo perché le microvariazioni di dinamica permettono di cogliere colori e sfumature.
    Velocità
    Legata a doppio filo con la dinamica, bisogna però fare una piccola precisazione, qui si parla di sensazione di velocità, visto che è legata ad un parametro non misurabile. Alcuni impianti, elettroniche, cavi, etc. sembrano rallentare di un niente la riproduzione, mentre altri sembrano velocizzarla, questo è possibile ascoltarlo con riproduzioni di pianoforte e con pezzi veloci e dinamici dove sembra che ancora non sia finita la nota precedente che già è partita la successiva, quasi come se l’impianto stesse cercando di rincorrere le note.[FONT=arial
    Ultima modifica di papy; 11-07-2001, 09:12.
    Ciao Papy webmaster di www.carhifi-it.com il sito più amato dagli appassionati del car hi-fi italiano

  • #2
    Bello
    Magari se ti va l'idea metti pure la differenza tra watt musicali e RMS e magari che in un auto non si sono 8 casse ma 8 altoparlanti e quindi alla fin fine 4 casse per un totale di un sitema a due vie anteriore e due vie posteriori

    A dimenticavo im messaggio l'ho valotirizzato io
    Quanto tempo è passato dal 2001... Una vita

    Commenta


    • #3
      Grande PAPY..
      @And

      "L'intelligenza è la dote che ti permette di accettare i pareri avversi come regali di persone che vogliono aiutarti, l'ignoranza è il male che ti dipinge quelle stesse persone come nemici" A.M.

      Commenta


      • #4
        Messaggio originariamente postato da JAMES
        Bello
        Magari se ti va l'idea metti pure la differenza tra watt musicali e RMS e magari che in un auto non si sono 8 casse ma 8 altoparlanti e quindi alla fin fine 4 casse per un totale di un sitema a due vie anteriore e due vie posteriori


        Le differenze tra potenza musicale ed Rms , potenza di picco , nominale etc. etc. sono trattatate nella Faq del mio sito, eventualmente, potremmo riproporre l'argomento e svilupparlo in maniera più esauriente.
        Riguardo i sistemi a doppio fronte, sono parecchio scettico, li ritengo dannosi sia per il portafoglio che... soprattutto per la correttezza della riproduzione musicale.
        Al proposito , sempre nello stesso sito , c'e' un ottimo articolo dell'amico Drugo ( sez. articoli).
        Non per voler fare pubblicita' gratuita , non me ne viene in tasca nulla.... ma consiglio vivamente a tutti gli appassionati, la lettura della Faq e della Sez. articoli, li ritengo molto immodestamente , quanto di più completo esista in rete ed in lingua italiana al proposito.
        Ho anche da poco inserito un articolo ( la zen e la manutenzione del palcoscenico sonoro) , che scrissi diverso tempo fa.
        Lo stesso potra' essere utilissimo a chiunque intenda mettere in fase acustica il proprio impianto.
        Purtroppo ultimamente non ho molto tempo, vorrei ampliare ulteriormente la Faq anche con alcuni dei quesiti posti su qs. forum.
        Se qualcuno ne ha comunque la voglia, puo' segnalarmi gli interventi che ritiene + interessanti.



        A dimenticavo im messaggio l'ho valotirizzato io
        Grazie... troppo onore, ma non dimentichiamoci che l'autore di questo dotto articolo e' l'impareggiabile Archso.
        Ciao Papy webmaster di www.carhifi-it.com il sito più amato dagli appassionati del car hi-fi italiano

        Commenta


        • #5
          Messaggio originariamente postato da Andrea 16V
          Grande PAPY..
          @And
          Come ho scritto a James...

          Grande Archso.
          Ciao Papy webmaster di www.carhifi-it.com il sito più amato dagli appassionati del car hi-fi italiano

          Commenta


          • #6
            Up..

            "L'intelligenza è la dote che ti permette di accettare i pareri avversi come regali di persone che vogliono aiutarti, l'ignoranza è il male che ti dipinge quelle stesse persone come nemici" A.M.

            Commenta

            Sto operando...
            X